Analisi del rischio connesso alla qualità dell'aria della Valtellina

Sulla base dei risultati dello studio per la caratterizzazione dello stato della qualità dell’aria della Media Valtellina (2007-2008) svolto da Fondazione Lombardia per l’Ambiente in collaborazione con ARPA Lombardia - Dipartimento di Sondrio, è stata confermata in particolare la criticità dovuta all’impatto del riscaldamento domestico nei mesi invernali su tutto il territorio oggetto di studio (9 Comuni limitrofi comprendenti il Comune di Sondrio).

Tuttavia, nello studio non si è potuto georeferenziare il dato di utilizzo di biomasse per il riscaldamento domestico non essendo mai stato effettuato sul territorio un censimento degli impianti termici.

Sulla base del lavoro svolto e con la prospettiva di riuscire a verificare la veridicità delle assunzioni fatte sulla base di dati sperimentali, è stata  svolta un’estensione del progetto che puntasse innanzitutto a verificare il reale impatto del riscaldamento domestico sul territorio.

A tale proposito, Fondazione Lombardia per l’Ambiente e ARPA Lombardia - Dipartimento di Sondrio- hanno svolto le seguenti attività, in collaborazione con i Comuni interessati e la Provincia di Sondrio:

1)    supporto alle Amministrazioni (9 Comuni già studiati -comprendenti anche il Comune di Sondrio- e Comuni di Tirano e Morbegno e Comuni limitrofi a Morbegno: Cosio Valtellino, Talamona) nell’organizzare il censimento degli impianti termici domestici;

2)    esame dei dati raccolti (punto 1) ed elaborazione di mappe specifiche finalizzate all’individuazione del contributo del riscaldamento domestico alle emissioni di PM10;

3)    estensione dello studio di caratterizzazione dello stato della qualità dell’aria della Valtellina incentrato sui comuni di Tirano e Morbegno e comuni limitrofi specificati al punto 1);

4)    individuazione di eventuali problematiche e di elementi utili per attivare politiche ambientali mirate (proposte di intervento);

5)    redazione del rapporto intermedio (autunno 2009) e della relazione finale (primavera 2010).

Il lavoro proposto si è articolato in una parte di studio induttivo a priori dei Comuni del progetto esteso fornendo altresì i dati sperimentali necessari alla valutazione dell’impatto reale del riscaldamento domestico (in primis da biomasse) sui Comuni in esame. Inoltre, alcune criticità emerse dallo studio già condotto sulla Media Valtellina, sulla base dei nuovi dati messi a disposizione dal progetto, sono state riprese in considerazione ed analizzate con maggior dettaglio, avallate da nuovi dati scientifici.

CONTATTO:
Dott.ssa Mita Lapi  mita.lapi@flanet.org

File allegati