Applicazione dell’Indice di Funzionalità Fluviale (IFF) al sistema idrografico del Fiume Ticino

PARTNERS

Parco Ticino,  ARPA Pavia  ARPA Parabiago  ARPA Varese

SINTESI FINALITA'

Applicazione dell’I.F.F. sull’intero reticolo idrografico del fiume Ticino (corso principale e principali affluenti) mediante:
o individuazione cartografica e verifica in campo dei corsi d’acqua oggetto d’indagine;
o raccolta di tutti i dati utili per una corretta valutazione dei risultati, come riportato dal Manuale di applicazione;
o fase applicativa dell’indice su un numero adeguato di punti, con relativa compilazione delle schede;
o predisposizione di materiale fotografico relativo ai tratti indagati;
o elaborazione dei dati e riporto cartografico, utilizzando idonei G.I.S;
o valutazione dei vantaggi e/o limiti del metodo I.F.F. in relazione alla ricerca svolta;
o intercalibrazione a livello regionale;
o pubblicazione dei risultati finali

PIANO DI PROGETTO

L'applicazione sperimentale dell’IFF ha permesso di documentare con rigore scientifico la situazione attuale del complesso sistema idrografico del fiume Ticino sublacuale e dei suoi principali affluenti (oltre 800 Km di sponde fluviali indicizzate), evidenziando situazioni fortemente diversificate, con tratti di fiume caratterizzate da un pregiato valore ambientale o, al contrario, situazioni locali di degrado, dovute prevalentemente agli effetti negativi di attività agricole e industriali o ad errati interventi di sistemazione fluviale, che richiedono quindi soluzioni rispettose e adeguate al ruolo ecologico di questo importante fiume italiano.
I risultati ottenuti hanno permesso di dare valutazioni sui diversi gradi di funzionalità fluviale, individuando momenti di problematicità ambientale e probabili cause, e di fornire indicazioni per orientare gli interventi di riqualificazione, di progettazione e pianificazione urbanistica e territoriale, di scelte di politica ambientale, stimandone preventivamente l’efficacia.
L'applicazione dell'Indice di Funzionalità Fluviale sul fiume Ticino rappresenta, per estensione e per diversa tipologia fluviale, la prima grande sperimentazione a grande scala sul territorio nazionale e risponde pienamente alle esigenze delle nuove normative nazionali e comunitarie in tema di tutela ed uso sostenibile delle risorse idriche, valorizzando l'attività dell'ARPA nello sviluppo e diffusione di metodi integrati per il monitoraggio e il controllo dello stato di qualità dei corsi d'acqua.

CRONOLOGIA
2001-2002

CONTATTO
Dott. Giovanni Bartesaghi  giovanni.bartesaghi@flanet.org